1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
Contenuto della pagina

COMUNICATO STAMPA-06.08.2007

Realizzazione corridoio plurimodale Tirreno-Brennero

Il raddoppio della ferrovia Pontremolese è stato al centro dell'incontro che si è svolto a La Spezia tra il presidente della Provincia di Parma Vincenzo Bernazzoli, il presidente della Provincia della Spezia Marino Fiasella e il presidente della Provincia di Massa-Carrara Osvaldo Angeli, cui hanno partecipato anche il vicepresidente della Provincia della Spezia, Maurizio Giacomelli e Giuseppe Ricciardi, che ha seguito la questione nel corso del precedente mandato presidenziale.
La preoccupazione già espressa dall'ente di Piazzale della Pace per l'eventuale fermo definitivo dei cantieri è, infatti, condivisa dalle altre due Province, per le quali la piena realizzazione del corridoio plurimodale "Tirreno-Brennero", quale asse portante a cui si dovrà anche collegare il corridoio autostradale Tirrenico della "Livorno-Civitavecchia", rappresenta un importantissimo canale di comunicazione tra l'Italia centrale, il Mediterraneo, il Nord del paese e, soprattutto, l'Europa Continentale. Per questo motivo, La Spezia e Massa-Carrara si sono rese disponibili a intraprendere iniziative analoghe a quella già avviata dalla Provincia di Parma, coinvolgendo le Regioni Toscana e Liguria e i parlamentari delle aree interessate, affinché la questione della galleria tra Solignano e Osteriazza trovi una soluzione nel più breve tempo possibile. Al presidente della Provincia di Parma Vincenzo Bernazzoli sono stati affidati la presidenza del Comitato di monitoraggio dei lavori e l'incarico di coordinare un Tavolo che riunisca parlamentari, enti e comitati delle regioni coinvolte.
Sempre riguardo al collegamento ferroviario tra Parma e La Spezia, le tre Province hanno espresso un forte interesse affinché si proceda, speditamente, alla progettazione del raddoppio della linea ferroviaria Pontremolese, già finanziato con un emendamento del governo alla Finanziaria 2007 - emendamento che ha previsto uno stanziamento di 24 milioni di euro per il 2007 e altri 24 per il 2008; fondi, questi, finalizzati a proseguire i lavori sulle linee trasversali e a realizzare, appunto, la progettazione definitiva del raddoppio. E, sempre, per completare il corridoio ferroviario "Tirreno-Brennero", i tre Presidenti hanno inoltre auspicato che nella prossima finanziaria siano inseriti i finanziamenti per l'elettrificazione e l'omologazione dei binari della linea ferroviaria Parma-Suzzara.
L'incontro è stato l'occasione per rinnovare l'impegno comune anche su altri fronti, tra cui l'ulteriore valorizzazione in chiave turistica, naturalistica e ambientale dei territori delle tre Province.
A seguito del Protocollo d'intesa firmato da Parma, La Spezia e Massa-Carrara nel 2000, rilanciato nel 2004, sono già tante le iniziative che hanno confermato la lungimiranza di questa scelta, tra cui la fattiva collaborazione tra i 5 Parchi presenti sui rispettivi territori (Parco nazionale dell'Appennino Tosco-emiliano, Parco regionale delle Alpi Apuane, Parco naturale regionale del Monte Marcello Magra, Parco del Frignano e Parco nazionale delle 5 Terre); una collaborazione che dovrà, quindi, continuare in maniera sistematica con piani di valorizzazione degli ambiti naturalistici, e che si dovrà sviluppare anche sul fronte del turismo enogastronomico e culturale, attraverso, ad esempio, il rilancio della via Francigena, con l'organizzazione di eventi mirati alla promozione del territorio e dei prodotti tipici locali ed in accordo con il progetto interregionale già in essere.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO