1. Vai ai contenuti
  2. Vai al menu principale
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai al footer
Contenuto della pagina

COMUNICATO STAMPA - 9/5/2007

FASTO PRIVATO e TEATRO SACRO - La cultura barocca nel territorio spezzino

Tre giorni dedicati al barocco spezzino aprono un ciclo di viste guidate sul territorio

Dopo il grande successo del primo ciclo sul Rinascimento, l'Assessorato alla Cultura della Provincia della Spezia, con il Museo Civico Amedeo Lia e il Servizio Organizzazione e Servizi Culturali della Regione Liguria, ha organizzato cicli di visite sul territorio volte a valorizzare l'arte del periodo barocco, momento d'incontro, di raffronto e sintesi tra Toscana e Liguria.
"Il progetto della Provincia della Spezia - dichiara l'Assessore alla Cultura Federico Barli - in concomitanza con la grande mostra della Città di Carrara dedicata a Pietro Tacca, carrarino di nascita ma fiorentino di adozione, e che si coordina con l'esposizione tematica della scultura barocca del Museo Civico Amedeo Lia, si muove sulla linea di approfondire lo studio di materiali, luoghi e monumenti tra loro apparentemente distanti."
La Provincia intende proseguire nell'obiettivo di promozione di tutto il nostro patrimonio culturale poco conosciuto, senza gerarchie tra arti maggiori e minori, tra grandi e piccoli musei, nella convinzione che la grandezza o il valore artistico e culturale di un opera o di un edificio abbiano spesso bisogno di essere svelati e riscoperti. "Questo progetto - continua Barli - è il frutto di una politica culturale matura che già con il primo ciclo di visite dedicate alla cultura artistica rinascimentale nel territorio spezzino aveva visto la partecipazione di un folto pubblico, incontrando un successo ben oltre le previsioni."
"L'ideazione di questi percorsi - sostiene Andrea Marmori, Direttore del Museo Amedeo Lia - nasce con l'obiettivo di far conoscere alcuni aspetti artistici meno noti del nostro territorio. In questa stessa ottica si colloca l'esposizione dedicata alla scultura fiorentina e toscana di età rinascimentale e del primo periodo barocco che sarà presente nella Collezione Lia dal 9 maggio al 9 settembre 2007 e che prende l'avvio dall'importante mostra dedicata a Pietro Tacca, in programma a Carrara. La mostra "Firenze tra Cinque e Seicento. Bronzetti e sculture nella collezione Lia" intende illustrare l'ambiente nel quale operò Pietro Tacca, grandissimo scultore e genio della cultura barocca, formatosi nella bottega di Giambologna."
Pia Spagiari, Funzionario del Servizio Organizzazione e Servizi Culturali della Regione Liguria, sottolinea inoltre che "così come il percorso precedente ha guidato il pubblico nel nostro territorio sulle tracce di un rinascimento segreto, quello attuale lo condurrà per mano in cerca dei fasti appariscenti, ma anche sfuggenti, del barocco spezzino. Il senso di questa serie di iniziative sarà quello di far comprendere che il barocco ligure ha avuto una sua precisa specificità e, raggiungendo nelle sue produzioni livelli di rara eleganza, è stato importante quanto quello fiorentino."
Il ciclo di visite guidate sarà preceduto il 10 maggio alle 17 presso la Sala del Consiglio della Provincia (Via Vittorio Veneto 2, 2° piano - La Spezia) da una tavola rotonda a cui parteciperanno: l'Assessore alla Cultura e al Turismo della Provincia Fedrico Barli, l'Assessore alla Cultura del Comune di Brugnato Luisa Cascarini, Don Paolo Cabano, Direttore dell'Ufficio Arte Sacra e Beni Culturali della Curia Vescovile della Spezia, la dottoressa Pia Spagiari, Funzionario del Servizio Organizzazione e Servizi Culturali della Regione Liguria, la Storica dell'Arte dottoressa Mara Borzone, il dottor Andrea Marmori, Direttore del Museo Lia, il Soprintendente per i Beni Architettonici e del Paesaggio della Liguria architetto Giorgio Rossini che parlerà degli edifici barocchi del nostro territorio e la dottoressa Franca Falletti, Direttrice del grande Museo fiorentino Galleria dell'Accademia e curatrice della mostra inaugurata da poco a Carrara sullo scultore barocco Pietro Tacca.

Il progetto "Dal Sistema Museale Provinciale ai luoghi della cultura nel territorio. FASTO PRIVATO e TEATRO SACRO. La cultura barocca nel territorio spezzino" è svolto in collaborazione con i Comuni di Brugnato, Lerici, Santo Stefano Magra, Varese Ligure, l'Ufficio Beni culturali e Arte Sacra della Diocesi della Spezia.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO