1. Mappa del sitomappa
Stampa

Il Sistema Bibliotecario come servizio territoriale provinciale

Il Sistema Bibliotecario Provinciale della Spezia è l'unico organo tecnico nel territorio provinciale che assolve a funzioni di intervento in favore delle biblioteche non solo civiche, ma anche di diversa tipologia, al fine di garantire l'apertura al pubblico, la catalogazione, la diffusione della lettura e la valorizzazione delle raccolte.

 

LEGISLAZIONE

A partire dagli anni '90 del secolo scorso, la legislazione statale, come evidenziato nella Legge 8 giugno 1990, n. 142 "Ordinamento delle autonomie locali", art. 14, lett. C. e nel successivo Decreto legislativo 18.08.2000, n. 267 "Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli Enti locali", art. 19, comma 1, lett. C ha assegnato alle Province il ruolo di valorizzazione dei beni culturali, attraverso l'esercizio del coordinamento e della programmazione, in particolare con i piccoli Comuni.
Di particolare importanza per le biblioteche è il Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 "Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell'articolo 10 Legge 6 luglio 2002, n. 137", pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 98 del 27 aprile 2004.
Il "Codice dei beni culturali" è rilevante anche per le biblioteche di enti locali ed è stato recepito dalla nuova Legge Regionale 31.10.2006, n. 33 "Testo unico in materia di cultura", che ha individuato (art. 3) nelle Province gli enti preposti alle "funzioni di programmazione e valorizzazione di beni, istituti e attività culturali" e di coordinamento del "sistema nel proprio territorio", come confermato nei successivi Piani regionali di valorizzazione culturale. Nel Codice del 2004 le biblioteche sono espressamente citate come istituti culturali (art. 101, c. 1) e sono definite per la prima volta nella legislazione italiana nell'art. 101, c. 2. (b): è "biblioteca, una struttura permanente che raccoglie, cataloga e conserva un insieme organizzato di libri, materiali e informazioni, comunque editi o pubblicati su qualunque supporto, e ne assicura la consultazione al fine di promuovere la lettura e lo studio".

 

CONVENZIONI

La Provincia della Spezia e la Regione Liguria hanno formalizzato, già dal 1997, una collaborazione istituzionale in materia di biblioteche, attraverso la Convenzione sul Polo Ligure SBN (Deliberazione di Consiglio Provinciale n. 50 del 20.05.1997 "Convenzione fra Regione Liguria e Provincia della Spezia per l'adesione a SBN del Sistema Bibliotecario Provinciale"), alla quale è seguita la successiva Convenzione della Provincia con i Comuni e gli altri enti proprietari di biblioteche (Deliberazione di Consiglio Provinciale n. 115 del 22.12.1997 "Convenzione fra la Provincia della Spezia e i Comuni per l'istituzione del Sistema Bibliotecario Informatico Provinciale Polo Ligure SBN"). Le biblioteche scolastiche sono entrate nel Sistema a partire dalla Deliberazione di Giunta Provinciale n. 115 del 15.05.2001 "Sistema Bibliotecario Provinciale. Convenzione in materia di biblioteche con gli Istituti scolastici spezzini".
Uno schema di nuova Convenzione Regione/Provincia era già stato discusso dagli uffici nel 2007, ma si è fermato alla fase istruttoria a causa dell'incertezza legislativa sul futuro delle Province.

 

COMPETENZE

Le principali competenze del Sistema Bibliotecario possono essere così compendiate:

  • (1) funzioni istituzionali: coordinamento delle biblioteche del Sistema, incremento delle raccolte librarie e gestione documento fisico (inventariazione, collocazione, manutenzione), assistenza tecnica e amministrativa alle biblioteche, assistenza al prestito interbibliotecario, formazione e aggiornamento per le biblioteche (n. 3 corsi di qualifica professionale per bibliotecari nel 2003/2004, 2009/2010, 2010/2011), seminari e corsi annuali di aggiornamento professionale;
  • (2) Polo SBN: corsi, moduli, seminari ed esercitazioni SBN Web, promozione e supporto tecnico e amministrativo delle biblioteche nell'adesione a SBN, ricerche bibliografiche, assistenza nella gestione Opac, catalogazione del patrimonio di proprietà provinciale. Dall'anno 2003 il Servizio Sistema Bibliotecario organizza e gestisce i corsi di preparazione a SBN, approvati dalla Regione Liguria con nota del Presidente della Regione n. 88037/483 del 30 maggio 2005 e come confermato nella nota della Regione Liguria n. PG/2011/1026412008/G17.6.1/4 del 4 luglio 2012.
  • (3) promozione della lettura: incontri con l'autore, mostre bibliografiche, organizzazione e partecipazione, anche con interventi diretti, alle manifestazioni di interesse nazionale e regionale ("Settimana della cultura", "Il Maggio dei Libri", "Ottobre Piovono Libri", etc.).
  • Per lo svolgimento di queste competenze, la Provincia promuove l'attuazione nei Comuni dell'Atto di indirizzo sui contenuti delle professionalità del personale addetto ai servizi bibliotecari (D.G.R. della Liguria n. 256 del 9 marzo 2012), al fine di garantire la presenza di personale qualificato nelle biblioteche.
  • Atto di indirizzo sui contenuti delle professionalità del personale addetto ai servizi bibliotecari (D.G.R. della Liguria n. 256 del 9 marzo 2012), al fine di garantire la presenza di personale qualificato nelle biblioteche.
 

PROVINCIALITÀ

Fra le funzioni e attività del Sistema, alcune sono unicamente provinciali, vale a dire caratterizzano un sistema bibliotecario in un territorio provinciale delle dimensioni delle provincia spezzina e non si possono considerare come gestibili in modalità decentrata da altri enti, secondo logiche improvvisate.

  • 1. Assistenza alle biblioteche del Sistema nella preparazione di domande e relazioni alla Regione o ad altri Enti. Il nostro Sistema è preposto istituzionalmente a seguire tutte le proprie biblioteche, soprattutto quelle più piccole e a maggior ragione in un periodo storico in cui ai bibliotecari che vanno in pensione succedono spesso impiegati comunali, affaccendati in altri compiti e supportati da solo personale volontario, spesso impreparato.
  • 2. Assistenza diretta per catalogazione, gestione o iniziative di promozione della lettura. È impensabile che la Regione, o altri enti, abbiano tanto personale a disposizione per risolvere anche piccoli problemi (la stampa di un catalogo in SBN Web) o di maggiore importanza (la creazione di una notizia bibliografica, una variazione della descrizione, una difficoltà di classificazione, la collocazione all'interno di una sezione). Ancor meno potranno seguire i problemi organizzativi di un calendario di incontri con l'autore, di preparazione di brochure, di conciliazione di date per non sovrapporre eventi fra Comuni vicini e lontani, di consulenza su autori o ricerche bibliografiche.
  • 3. Partecipazioni a manifestazioni delle biblioteche del Sistema senza l'intervento regionale. Da alcuni anni è stata avviata una collaborazione con la rete provinciale delle biblioteche di Massa Carrara e, in particolare, con la biblioteca civica di Carrara per iniziative di promozione alla lettura. Inoltre, oggi è possibile aderire a manifestazioni nazionali del MIBAC (come "Il Maggio dei libri") o interregionali. È ovvio che queste collaborazioni non sarebbero possibili in un'ottica solo regionale, pur decentrata.
  • 4. Collaborazione a ricerche sui fondi librari e consulenza su donazioni. La maggiore disponibilità del Sistema Provinciale garantisce interventi di collaborazione con alcune biblioteche. Ricordiamo le collaborazioni per i fondi storici delle biblioteche di Bonassola e di Bolano, alla donazione del fondo di mons. Taramaschi alla biblioteca civica di Sesta Godano, per tacere di vari interventi in biblioteche scolastiche dotate di fondi, che la presenza del Sistema garantisce dallo smembramento e dall'oblio.
  • 5. Contributi finanziari Provinciali diretti. La Provincia della Spezia ha garantito negli ultimi anni, in assenza di nuovi contributi regionali, interventi finanziari provinciali in favore soprattutto delle piccole biblioteche del Sistema sia per la promozione delle lettura sia per il potenziamento delle raccolte e, nel caso delle biblioteche scolastiche e di quelle alluvionate, anche per la catalogazione in SBN Web. Sono certamente interventi minori rispetto a quelli che può svolgere la Regione, ma restano un utile complemento per le biblioteche e, in certi casi, rappresentano una necessaria forma di supplenza.
  • 6. Realizzazione di sezioni librarie caratterizzanti il servizio Sistema Bibliotecario. La Provincia ha incrementato il patrimonio librario interno nei seguenti specifici settori: ligure-lunense; biblioteconomia, bibliografia e cultura del libro; cultura e studi europei a prevalente interesse linguistico; fondo di antiquariato, costituito da libri dell'ex Soprintendenza Bibliografica e dell'ex Genio Civile. Il patrimonio complessivo è di oltre cinquantamila volumi e, nel caso dei fondi sopra citati si tratta di raccolte molto rilevanti anche sul piano storico, da conservare e incrementare.
 

PROCEDIMENTI AMMISTRATIVI

Alcune attività si configurano come procedimenti amministrativi. Indichiamo alcuni esempi:
(1) gestione del prestito interbibliotecario e della fornitura di documenti (ILL-DD), sulla base delle disposizioni operative stabilite con deliberazione di Giunta Provinciale n. 120 del 6.5.2010 "Disposizioni operative per la gestione del prestito interbibliotecario e la fornitura di documenti bibliografici (ILL-DD)". La finalità è di garantire la migliore funzionalità della erogazione del servizio sia per le operazioni che devono essere eseguite da parte del personale interno sia per i rapporti con le biblioteche esterne al Sistema. Le fasi di svolgimento sono le seguenti:
Fase di iniziativa: controllo delle richieste inoltrate dalle biblioteche locali e nazionali mediante posta ordinaria, elettronica, o motore di ricerca ILL dell'ICCU (Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche) del MiBAC.
controllo delle richieste inoltrate dalle biblioteche locali e nazionali mediante posta ordinaria, elettronica, o motore di ricerca ILL dell'ICCU (Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche) del MiBAC.
Termine fase: verifica giornaliera
Fase istruttoria: esame delle richieste e risposta riguardo la disponibilità dei documenti posseduti.
Termine fase: entro 48 ore.
Fase costitutiva: fornitura dei documenti richiesti.
Termine conclusione procedimento: entro una settimana dalla risposta alla richiesta pervenuta.
(2) programma di incontri con l'autore finalizzato alla promozione della lettura nell'ambito delle biblioteche e degli Istituti scolastici aderenti al Sistema bibliotecario. Gli autori sono individuati secondo le richieste delle biblioteche del Sistema. Le fasi di svolgimento sono le seguenti:
Fase di iniziativa: a) raccolta delle domande trasmesse dalle biblioteche del Sistema riguardanti le proposte di svolgimento di incontri con l'autore; b) raccolta delle domande di richiesta di inserimento nella anagrafe web da parte degli autori indicati dalle biblioteche.
Termine fase: entro 30 giorni.
Fase istruttoria: esame della documentazione pervenuta; richiesta di eventuali chiarimenti, integrazioni e informazioni; valutazione delle domande e convocazione del Consiglio di Gestione del Sistema per la relativa proposta. Termine fase: entro 30 giorni.
Fase costitutiva: preparazione provvedimenti amministrativi, approvazione deliberazione di Giunta Provinciale e successiva determinazione dirigenziale.
Termine conclusione procedimento: entro 30 giorni.

 

ADESIONI AL SISTEMA

Le adesioni al Sistema al 30.11.2013 sono 49 delle quali:
- n. 30 biblioteche comunali;
- n. 11 biblioteche scolastiche: Liceo Ginnasio "L. Costa" La Spezia, Liceo Classico "T. Parentucelli" Sarzana, Liceo Pedagogico "G. Mazzini" La Spezia, ISS "V. Cardarelli" La Spezia, ISS "Fossati-Da Passano" La Spezia, IPSSCTP "L. Einaudi" La Spezia, ISA 1 La Spezia, ISA 3 La Spezia, ISA 7 La Spezia; ISA 8 La Spezia, ISA 17 Castelnuovo Magra);
- n. 2 biblioteche statali: Archivio di Stato della Spezia, Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (INGV) Porto Venere;
- n. 5 biblioteche di enti non territoriali: Fondazione della Cassa di Risparmio della Spezia; Acam La Spezia, Circolo ANSPI La Spezia, Ente Parco Montemarcello Magra Sarzana, Parco Cinque Terre Riomaggiore, Biblioteca vescovile "Niccolò V" Sarzana.
Hanno avviato la produzione in SBN Web le seguenti biblioteche (32): Arcola, Beverino, Bolano, Bonassola, Brugnato, Borghetto Vara, Carrodano, Castelnuovo Magra, Follo, Lerici, Levanto, Ortonovo, Pignone, Porto Venere, Riccò del Golfo, Santo Stefano Magra, Sesta Godano, Vernazza, Liceo Ginnasio "L. Costa" La Spezia, Liceo Classico "T. Parentucelli" Sarzana, Liceo Pedagogico "G. Mazzini" La Spezia, ISS "V. Cardarelli" La Spezia, ISS "Fossati-Da Passano" La Spezia, IPSSCTP "L. Einaudi" La Spezia, ISA 1 La Spezia, ISA 7 La Spezia; ISA 8 La Spezia, ISA 17 Castelnuovo Magra), Archivio di Stato della Spezia, Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (INGV) Porto Venere; Fondazione della Cassa di Risparmio della Spezia; Ente Parco Montemarcello Magra Sarzana.

 

DATI SUL SERVIZIO

Personale: n. 3 unità.
Consistenza del patrimonio librario al 30.11.2013 è di 52343 unità.
Superficie dei locali: mq 420.
Altre informazioni e cenni storici:
http://www.provincia.sp.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/281