1. Mappa del sitomappa
Stampa

Officine di revisione

A seguito del DLG n. 112/1998 i compiti in materia di rilascio di autorizzazioni e controllo amministrativo sulle imprese che espletano le revisioni sono state trasferite alle amministrazioni provinciali.
Possono essere autorizzate all'effettuazione delle operazioni di revisione dei veicoli capaci di contenere al massimo 16 persone compreso il conducente ovvero aventi massa complessiva a pieno carico fino a 3,5 t.:

  • Imprese di autoriparazione iscritte nel Registro delle imprese o nell'Albo delle imprese artigiane che esercitano effettivamente tutte le attività previste dall'art. 1 c. 3 della Legge 122/1992, ovvero da imprese che, esercitando in prevalenza attività di commercio di veicoli, esercitino altresì, con carattere strumentale o accessorio, l'attività di autoriparazione.
  • Consorzi o società consortili anche in forma di cooperativa, appositamente costituiti tra imprese iscritte ognuna nel Registro delle imprese o nell'Albo delle imprese artigiane e che esercitano effettivamente una delle attività previste dall'art. 1 c. 3 della Legge 122/1992; le imprese possono partecipare a raggruppamenti nell'ambito di un consorzio per il numero di attività effettivamente svolte, necessarie a garantire la copertura in tutte le sezioni (meccatronica, carrozzeria e gommista) senza determinare duplicazioni di competenze nel medesimo raggruppamento.
 

 È possibile procedere al rilascio delle seguenti autorizzazioni:

 
  • Revisione autoveicoli
  • Revisione autoveicoli e veicoli a due ruote
  • Revisione autoveicoli e veicoli a due, tre e quattro ruote
  • Revisione veicoli a due ruote
 

L'impresa titolare di più sedi operative presso le quali intende effettuare le revisioni deve richiedere il rilascio di distinte autorizzazioni per ciascuna delle suddette sedi.

Le imprese o i consorzi che richiedono l'autorizzazione devono possedere:

  • Requisiti tecnico - professionali;
  • Requisiti personali del responsabile tecnico;
  • Attrezzature;
  • Locali;
  • Collegamento al CED ministeriale.
 

 - Si avvisano gli utenti che dal 1° gennaio 2012 le Amministrazioni e i gestori di pubblici servizi non potranno più accettare né richiedere certificazioni rilasciate dalle P.A., ma sono tenuti ad acquisire d'ufficio tutti i dati ed i documenti che siano in possesso delle pubbliche amministrazioni; non sarà pertanto più necessario e accettato il deposito, a corredo delle istanze presentate di qualsiasi tipo di certificazione, ma sarà cura dell'Ufficio preposto all'istruttoria provvedere a richiederle d'ufficio (Legge di stabilità 2012, art. 15).

- Nella sezione modulistica sono presenti i modelli di istanza predisposti dall'Ufficio. Si invita. ad usare e far usare detta modulistica, in quanto  "secondo quanto disposto dall'art. 57 del Codice dell'amministrazione digitale (D.Lgs 82/2005) l'utente è tenuto ad utilizzare i moduli pubblicati".

SERVIZIO DI SPORTELLO AL PUBBLICO

Lo sportello si trova nel Palazzo Provinciale, Via V. Veneto, 2 - La Spezia (CAP 19121)- Piano 4°.Lo sportello è aperto al pubblico il Martedì e il Giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12,30.

L'Ufficio riceve fax al n. 0187 742359