1. Mappa del sitomappa
Stampa

Progetto SOCIALABS - Introduzione al progetto

Tavolo territoriale per lo sviluppo della cooperazione sociale e la realizzazione di Laboratori protetti di formazione ed inserimento lavorativo di soggetti disabili

Nell'ambito del più ampio progetto di "INNO-LABS: Laboratoires de gouvernance pour l'innovation e le développement local soutenable", la Provincia della Spezia ha voluto portare un contributo significativo in relazione al tema della governance dei processi di accompagnamento ed inserimento lavorativo dei soggetti disabili.
In generale infatti le Amministrazioni provinciali, attraverso i Centri per l'Impiego, giocano un ruolo fondamentale, istituzionale, di certificazione e di servizio, nella gestione ordinaria di attività di orientamento, tutoraggio e ricerca occupazionale dedicate specificamente alle persone disabili, inserite in particolari liste sulla base della normativa vigente, agendo altresì a livello territoriale per sensibilizzare il tessuto imprenditoriale rispetto all'ottemperanza dei doveri prescritti dalla legge 68/99 in merito all'assunzione di personale con disabilità.
Tuttavia, oltre a quanto le Province fanno a livello locale svolgendo la funzione ad esse assegnata, risultano ancora ampi i margini da coprire attraverso un'azione più capillare di comunicazione e coinvolgimento verso le aziende e verso gli altri soggetti che, ciascuno per le proprie competenze, possono fornire un apporto considerevole nel creare opportunità di lavoro per questa fascia di popolazione, bisognosa di percorsi "protetti" di formazione, accompagnamento ed inserimento occupazionale.
 
In modo particolare la Provincia della Spezia, nell'ambito del progetto Equal "ARTIS", ha progettato e sperimentato una prassi operativa di collocamento mirato delle fasce deboli, basata sull'appoggio ad una rete integrata fra tutti i soggetti che operano nel settore sociale, sanitario e del lavoro, arrivando ad un interessante risultato di collaborazione territoriale sui temi della disabilità e del lavoro che potrebbe essere un punto di partenza strategico per attivare ulteriori processi di sensibilizzazione e di sinergia territoriale relativamente ai servizi necessari al suddetto target di popolazione.
Da questo punto di partenza si è inserito il sottoprogetto "Socialabs" che pur tenendo conto dei precedenti risultati ottenuti ha individuato ulteriori ambiti di sviluppo e potenziamento della prassi capitalizzata ampliandone le attività, attraverso l'organizzazione di un tavolo territoriale maggiormente incentrato sul tema della cooperazione sociale e la progettazione/messa in opera di "laboratori protetti" finalizzati alla formazione ed inserimento lavorativo di soggetti disabili in aziende con obbligo ma anche di quelle di piccole dimensioni.