1. Mappa del sitomappa
Stampa

Il Vara - I ripopolamenti

 

Attraverso intensi ripopolamenti con materiale alloctono di ceppo atlantico di allevamento, effettuato da Istituzioni ed Associazioni dagli anni '70 al 1995, si è rischiato di perdere tutti e due i ceppi autoctoni di trote del Vara.
Dalle testimonianze raccolte da anziani pescatori locali, risulta che convivevano nel bacino dell'alto e medio vara 2 trote diverse tra loro: una macchiata chiamata "dagli occhi" ed una chiara chiamata "scialacca" o "bionda".
Nel 1993 inizia timidamente il progetto di recupero della trota autoctona.Dal 1995 nelle acque del Vara non vengono più messe trote fario atlantiche ma solamente materiale autoctono prodotto nell'incubatoio regionale sito nel Comune di Sesta Godano.Come prontapesca vengono immesse nell'asta principale del Vara trote adulte iridee in quanto non interferiscono riproduttivamente con le fario locali.
Questa politica inizialmente non è stata accettata dal mondo della pesca che avrebbe voluto comunque e sempre tante trote fario atlantiche in tutte le acque.Poi le cose sono gradualmente cambiate ed il progetto di recupero a tutt'oggi và avanti grazie soprattutto ai pescatori volontari.

Trota autoctona da ripopolamentoTrota atlantica di allevamento