1. Mappa del sitomappa
Stampa

Faunistica

Notizie generali

La Sezione Faunistica della Polizia Provinciale svolge principalmente funzioni connesse alla tutela, protezione e valorizzazione del patrimonio faunistico provinciale ed in sintesi:

 

Applicazione delle leggi e regolamenti in materia di caccia e pesca nelle acque interne; 

Interventi di controllo e gestione faunistica:
** censimenti e monitoraggio di popolazioni di fauna omeoterma ed ittica su aree campione del territorio provinciale; 
** cattura di fauna omeoterma ed ittica a scopo di ripopolamento; 
** recupero di fauna ittica in asciutta; 
** immissioni di fauna omeoterma ed ittica;

Vigilanza e controllo degli aspetti più specificatamente legati alla fauna, flora, habitat, caccia e pesca;

Attività connesse all'applicazione, sviluppo e gestione del Piano Faunistico Venatorio Provinciale;

Azioni di controllo numerico di popolazioni di cinghiale nei periodo di maggior danno alle produzioni agricole;

Attività di verifica e stima di danni arrecati alla produzioni agricole dalla fauna selvatica;

Coordinamento e partecipazione alle attività di tabellamento e controllo nel mantenimento dei confini degli ambiti protetti previsti dalla pianificazione venatoria ed ittica;

Coordinamento e partecipazione ad attività di inanellamento a scopo scientifico nell'ambito del progetto " I passeriformi quali indicatori ambientali" proposto dall'Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica, inerente l'applicazione dell'attività di inanellamento di avifauna alla conservazione e gestione faunistica;

Coordinamento e partecipazione ad attività di recupero, primo soccorso e trasferimento a centri specializzati di fauna selvatica ferita e/o in difficoltà a seguito di segnalazioni di privati, Enti ed Associazioni;


Partecipazione ad attività di divulgazione delle conoscenze relative al patrimonio faunistico provinciale anche attraverso al predisposizione di materiale divulgativo;

Coordinamento e sviluppo del "progetto di recupero di un ceppo autoctono di trota fario" che prevede la gestione dell'Impianto Ittiogenico di Chiusola (Sesta Godano) essenziale per la produzione di materiale ittico di pregio per il ripopolamento delle acque interne provinciali;

Collaborazione con l'Università degli Studi di Parma per la caratterizzazione genetica delle popolazioni di trota fario del bacino del Fiume Vara;

Coordinamento e partecipazione ad attività di monitoraggio dei corsi d'acqua provinciali, nonché campionamenti di fauna ittica ai fini della predisposizione della nuova Carta Ittica Provinciale;

Attività di recupero e ripristino della fauna ittica in applicazione del regolamento provinciale approvato con deliberazione di Consiglio Provinciale n. 119 del 23.11.2000 sulle "Modalità applicative Art. 16 del testo coordinato delle norme vigenti in materia di tutela della fauna ittica e pesca nelle acque interne" in applicazione della L.R. 35/99 e successive modifiche, per la tutela della fauna ittica a seguito di lavori, regolarmente autorizzati, nell'ambito degli alvei fluviali ed in generale dei corpi idrici della provincia;

Collaborazione e coordinamento con altri Enti per i problemi di gestione faunistica.