1. Mappa del sitomappa
Stampa

Espropri

Notizie generali

Presupposto essenziale per poter avviare un procedimento espropriativo è l'esistenza di un atto che dichiari che le opere sono di pubblica utilità.

 

Fasi principali della procedura espropriativa:

  • Attività che precedono l'approvazione del progetto definitivo ex art. 16 Testo Unico sulle espropriazioni (D.P.R. 327/2001 mod. con D.Lgs. 302/2002)
  • Pubblicazione all'Albo Pretorio dell'Avviso di deposito degli atti progettuali presso il Comune territorialmente interessato dall'opera 
  • Notifica di detto deposito ai proprietari interessati che potranno, nei 30 giorni successivi, presentare eventuali osservazioni.
  • Approvazione del progetto definitivo con dichiarazione della Pubblica Utilità e fissazione termini di inizio e fine lavori e Procedura Espropriativa;
  • Inizio dell'eventuale fase dell'occupazione in via d'urgenza ai sensi dell'art. 22 bis del T.U.;
  • Determinazione dell'indennità di esproprio con notifica (nelle forme degli atti processuali civili) della stessa agli espropriandi;
  • Accettazione o meno dell'indennità di cui sopra da parte degli aventi diritto, nei 30 giorni successivi alla notifica della stessa;
  • Procedura di deposito presso la Cassa Depositi e Prestiti delle indennità non accettate;
  • Inizio sub-procedimento riguardante esclusivamente la nuova determinazione delle indennità non accettate da parte o di un collegio di esperti (art. 20 T.U.) o della Commissione Provinciale Espropri;
  • Redazione dei Tipi di Frazionamento catastale e relativa approvazione da parte dell'Agenzia del Territorio;
  • Conclusione della procedimento con il Provvedimento di esproprio (determinazione del dirigente) od eventualmente firma dell'atto di Cessione Bonaria;
  • Attività finalizzate alla registrazione, trascrizione e voltura catastale del provvedimento di esproprio;
  • Determinazione di svincolo e pagamento delle indennità depositate presso la Cassa Depositi e Prestiti, da effettuarsi su richiesta degli aventi diritto che dovranno dimostrare la proprietà e la libertà dell'immobile oggetto dell'esproprio. 
 

A chi è rivolto il servizio

  • Enti pubblici e relativi consorzi promotori di opere dichiarate di pubblica utilità;
  • Enti e privati promotori di opere dichiarate di pubblico interesse;
  • Soggetti proprietari di beni nei confronti dei quali è prevista oppure è in corso una procedura espropriativa.