1. Mappa del sitomappa
Stampa

Osservatorio Provinciale sui Rifiuti

 
Logo dell'Osservatorio Provinciale sui Rifiuti

"Al singolo cittadino, come all'Amministrazione Pubblica, è stata richiesta una mentalità nuova, una consapevolezza responsabile e una maggiore partecipazione alla formulazione del "nuovo concetto di rifiuto".
L'azione principale deve essere sicuramente la Riduzione del rifiuto alla fonte per poter programmare un futuro ambientale finalizzato al bene collettivo.
Questo è il metodo economicamente più vantaggioso per arginare il problema della produzione di rifiuto che ogni anno aumenta in tutto il territorio nazionale.
Il Riutilizzo, Riciclo e Recupero devono essere l'obiettivo della raccolta differenziata che le Amministrazioni hanno attivato nei comuni della nostra provincia. "

Dirigente Settore Ambiente 
Ing. Riccardo Serafini

 
 

Costituzione dell'Osservatorio Provinciale sui Rifiuti

Il Consiglio Provinciale ha istituito l'Osservatorio Provinciale con deliberazione n.° 24 del 17/03/1999, esecutiva ai sensi di legge, allo scopo di promuovere e realizzare iniziative di osservazione ed analisi sulla produzione di rifiuti e sulle operazioni di smaltimento e/o recupero degli stessi.
Con la stessa deliberazione è stato approvato il regolamento dell'Osservatorio, dove sono state definite composizione e modalità di funzionamento.
 

L'Osservatorio provinciale sui rifiuti è costituito da:

a) Il dirigente dell'Area Ambiente- Autorizzazioni e programmazione tutela ambientale con funzioni di direttore tecnico
b) un rappresentante dell'Associazione industriali
c) un rappresentante della CCIAA
d) un rappresentante delle associazioni artigiane tra loro concordato
e) un rappresentante delle associazioni di commercianti tra loro concordato
f) un rappresentante delle cooperative tra loro concordato
g) 3 esperti nominati dalla Giunta Provinciale

L'Osservatorio provinciale sui rifiuti ha la funzione di:

a) aggiornare in continuo la conoscenza sulla produzione dei rifiuti nelle diverse tipologie;
b) valutare la produzione di rifiuti per tipologie e per ciclo e segnalare iniziative di loro riduzione;
c) valutare tutte le possibilità di recupero a cui i rifiuti sono suscettibili;
d) collaborare con le imprese per la commercializzazione dei loro rifiuti nelle borse rifiuti esistenti;
e) presentare annualmente alla provincia relazione sulla produzione e gestione dei rifiuti;
f) ogni altro compito in materia assegnato dall'Assessore alla tutela ambientale della Provincia.
 

Attività dell'Osservatorio provinciale

L'Osservatorio provinciale sui rifiuti esercita la propria attività attraverso indagini conoscitive, raccolta di dati, collaborazione con enti ed istituzioni e quanti altri possano cooperare al raggiungimento dei fini preposti.
L'Osservatorio funziona quale organismo unico e procede all'esame di specifiche tematiche da trattare in materia di rifiuti solidi urbani e speciali, previa costituzione di gruppi di lavoro istituiti di volta in volta.
L'Osservatorio provinciale sui rifiuti mantiene rapporti di collaborazione con il CONAI ed altri consorzi previsti dal D.Lgs.22/97 e successive integrazioni e modifiche.
L'Osservatorio provinciale si collega con l'Osservatorio regionale di cui all'art.7 della L.R.Liguria11/95 con il catasto provinciale e quello regionale dei rifiuti tenuto dall'APAT.